Dopo le consegne a domicilio di generi alimentari sperimentate con successo la scorsa settimana, Sangano si è attrezzata anche per la consegna dei farmaci, sia quelli mutuabili sia quelli che non hanno bisogno di prescrizione.

“In pratica, basta telefonare o mandare una mail al proprio medico di famiglia (in paese ce ne sono tre, ndr.), il quale, entro le ore 18 del medesimo giorno, provvederà a emettere le ricette — spiega il sindaco, Alessandro Merletti — Un volontario delle associazioni sanganesi che già si erano dette disponibili a consegnare generi alimentari a domicilio passerà da ciascuno dei tre medici a ritirare le prescrizioni e le porterà alla farmacia del paese. I farmacisti, dopo la chiusura serale, prepareranno gli ordini che, la mattina successiva, saranno consegnati a un altro volontario. Quest’ultimo recapiterà il tutto agli interessati, facendosi pagare il solo eventuale costo delle medicine non mutuabili, denaro che sarà ovviamente consegnato alla farmacia”.

I volontari saranno riconoscibili grazie alla pettorina con la scritta “Sangano ti porta la spesa”, la stessa già utilizzata per la consegna degli alimenti.

“Il servizio, che lo ripetiamo è gratuito, potrà essere utilizzato soltanto dalle persone con più di 65 anni di età, dai disabili o da persone ammalate che vivono da sole e che in questo periodo non possono, per legge, abbandonare la loro residenza”, conclude il sindaco che rivolge un plauso a tutti gli attori coinvolti: ai medici, alla farmacia, ma soprattutto ai volontari che, in questi duri giorni di quarantena, stanno cercando di donare ai sanganesi una parvenza di normalità.

Alberto Tessa

© Riproduzione riservata