Quest’anno per la terza Giornata del Povero, voluta e proposta da papa Francesco (tema dell’anno: La speranza dei poveri non sarà mai delusa), il Consiglio Pastorale interparrocchiale di Susa e Mompantero ha invitato a pranzo persone che sono sempre sole, pensando a un’opera di misericordia che dice così: Ero solo e siete venuti a trovarmi.

E cosi dopo la messa in San Giusto, più di 80 persone si sono ritrovate a pranzo per stare almeno un po’ di ore insieme. Le suore avevano preparato la grande sala, la ditta di Atzeni Giovanni ha preparato l’ottimo (e abbondante) pranzo, Remo Sigot con la sua “fisa” ha dato il ritmo giusto alla festa.

Insomma si vedeva sul voto di tutti la gioia semplice di stare insieme. D’altra parte, Gesù quante volte è andato a pranzo e spesso era lui che “scriveva” la lista degli invitati.

Poi tra i tavoli sono passati anche tre “maghi” con i loro trucchi. Una vera sorpresa. Poi si è ballato: mazurche, lenti, twist. E c’è stato chi ha trascinato anche il parroco (che non sa proprio ballare). L’ultimo ballo e poi tutti hanno detto: ritroviamoci ancora.

Tavola amica è aperta tutti i giorni, per il pranzo (da lunedì al venerdì, al Rosaz). Sei solo, vuoi un po’ di compagnia? E allora dai: Tavola amica ti aspetta.

© Riproduzione riservata