Dopo la vivacità portata in paese dalla Missione Popolare, è in arrivo nel week end la Sagra del Marrone Valsusino, che sta già portando con sé frenesia e, come sempre, tanto impegno da parte degli organizzatori.

 La novità di quest’anno è l’inserimento di un nuovo premio che andrà a individuare e ricompensare il marrone più pesante. Questo aspetto che da quest’anno fa il suo ingresso in Sagra, è dedicato a Giancarlo Ghiotti, un protagonista di questa nostra importante manifestazione che ci ha lasciati l’anno scorso. Con questo nuovo “premio del marrone più pesante”, ci impegniamo a dare il nostro meglio per ricordarlo e onorarlo, ringraziandolo per tutto ciò che ha fatto non solo per la sagra ma per la comunità in generale”.

A parlare è il primo cittadino, Emilio Chiaberto, che aggiunge la “ricetta” che fa sì che una manifestazione come questa funzioni e attiri l’interesse di migliaia di persone ogni anno:

“Il fulcro della Sagra è il marrone: un frutto che presenta (e rappresenta) la laboriosità dei castanicoltori e il loro lavoro di mesi. Il nostro obiettivo è quello di farlo conoscere al paese e alla Valle di Susa, mettendolo in vetrina e incoraggiando così la scoperta del territorio attraverso un suo prodotto tipico”.

Seguite l’ampio speciale dedicato al Marrone di Villar Focchiardo su La Valsusa in edicola dal 17 ottobre.

© Riproduzione riservata