Ha pensato bene di abbandonare qualche decina di chili di immondizia sulla strada che porta all’ex polveriera di Sangano, in via delle Prese, poco prima della cosiddetta “casa del maresciallo”, ma gli è andata male, perché è caduto in trappola, anzi, in fototrappola.

Lo ha reso noto oggi, martedì 3 marzo, il sindaco, Alessandro Merletti.

La Polizia Municipale sanganese dispone infatti da tempo di una telecamera mobile che, opportunamente nascosta, sorveglia ora le isole ecologiche ora i “punti sensibili” del territorio, ovvero quelle zone un po’ nascoste in cui qualche furbetto più di una volta ha già svuotato la propria cantina o il proprio garage.

Fra i rifiuti abbandonati questa volta c’erano anche scarti potenzialmente pericolosi, come latte di vernice e taniche che avevano contenuto oli esausti e che andrebbero smaltite in ecocentro.

Il trasgressore è stato identificato con certezza dai vigili che gli commineranno una sanzione di 600 euro.

 

© Riproduzione riservata