Il 2020 è stato un anno nero per il commercio di vicinato: settimane, talvolta mesi, di chiusura obbligatoria e un drastico calo della mobilità della clientela hanno inferto ferite profonde a un comparto già provato dalla crisi economica del 2008- 2010 e dalla crescita esponenziale del commercio online.

Ragioni per lamentarsi ce ne sarebbero a iosa, ma molti commercianti hanno preferito rimboccarsi le maniche e qualcuno ha anche deciso di proiettarsi senza troppi timori verso il futuro.

È il caso di Jolli Cart, fornita cartoleria giavenese i cui clienti, dalla scorsa settimana, possono contare su un nuovo strumento per fare acquisti in sicurezza: una app da scaricare comodamente, e gratuitamente, sul proprio smartphone.

Una volta registratisi, gli aspiranti acquirenti potranno navigare nella proiezione virtuale del negozio fisico, scegliere i prodotti disponibili e aggiungerli al carrello.

L’ordine sarà così completo e, nel giro di qualche ora, sarà pronto per il ritiro di persona, senza fare code, se non per saldare il conto.

Per il momento non c’è ancora la possibilità di pagare online, ma stiamo lavorando in tal senso: sarà il prossimo passo”, spiega Alice Vacchieri che, insieme al fratello Simone e alla mamma, Donatella Ostorero, mandano avanti l’attività.

Servizio su La Valsusa del 14 gennaio.

Alberto Tessa

© Riproduzione riservata