Con le consegne a domicilio ci ha preso gusto anche la cicogna che, sabato 2 maggio, ha portato a casa di mamma Greta Lorenzetti e papà Lorenzo Gatti, entrambi trentunenni, il piccolo Icaro.

“Anche il nostro primogenito, Elvio, è nato in casa, così come ai tempi accadde pure per il loro papà, figlio di un medico”, spiega Greta.

Il suocero della donna è infatti il dottor Roberto Gatti, noto pneumologo.

“Non avendo mai partorito in ospedale, posso soltanto dire che far nascere i miei figli a casa è stato bellissimo e lo rifarei senza esitare altre mille volte: serenità, intimità e familiarità non possono che fare bene alla mamma e ai piccoli e aiutano anche a sopportare il dolore; quindi, se non ci sono controindicazioni di natura medica, è una scelta che consiglio tantissimo”.

Servizio su La Valsusa del 7 maggio.

Alberto Tessa

© Riproduzione riservata