Aveva tenacemente ricercato le proprie origini e quando coronò questo lungo percorso, provvidenzialmente ha sempre ritenuto, Charles Teissier divenne un prezioso amico ritrovato per molti in questa Valle.

Per questo in tanti, in primis i sindaci di Giaveno e Valgioie, quando domenica 31 maggio si è diffusa sui social la notizia della sua improvvisa scomparsa, hanno voluto dar espressione pubblica al proprio cordoglio per la dipartita di vitalissimo ultra 80enne transalpino, residente del distretto di Avignone, figlio di Maria Teresa Gioana, di formazione tecnico-scientifica e con una passione per gli archivi e la genealogia, anche segretario nazionale di un’associazione di deportati resistenti.

Servizio su La Valsusa del 4 giugno.

Marco Margrita

© Riproduzione riservata