Da oggi, giovedì 12 marzo, gli ultrasettantenni sanganesi, grazie alla collaborazione degli Uffici Anagrafe e Tributi, saranno contattati telefonicamente da un impiegato del Comune che, dopo essersi sincerato delle loro condizioni di salute, chiederà se hanno bisogno di qualche genere alimentare.

Nel caso la risposta sia affermativa, l’anziano potrà ricontattare il Comune, telefonando ogni giorno dalle 9 alle 10 a un numero che gli sarà stato dato in precedenza, e chiedere ciò di cui ha bisogno.

Un volontario delle diverse associazioni sanganesi che hanno garantito il loro appoggio a questa iniziativa, munito di pettorina (vedi foto), porterà a domicilio la spesa, facendosi pagare soltanto i generi acquistati.

La consegna sarà infatti gratuita. “La spesa sarà fatta esclusivamente nei negozi di Sangano — spiega il sindaco, Alessandro Merletti — Un po’ per rispettare il nuovo Decreto e un po’ per aiutare il commercio locale che sicuramente riceverà una batosta da questa emergenza, ma pure un po’ di sollievo da un’iniziativa come questa”.

Alberto Tessa

© Riproduzione riservata