La responsabile del CEIM di Avigliana, Raissa Hani Eddamir lancia un appello: “Abbiamo bisogno di farmaci, il nostro Banco Farmaceutico è praticamente vuoto e non possiamo aiutare le numerose donne che si rivolgono a noi. La maggior parte delle richieste riguardano i detergenti per l’igiene intima, ovuli e capsule vaginali, creme antimicotiche, salviette intime, fermenti lattici e integratori alimentari specifici, oltre che assorbenti e tamponi, e non siamo in grado di esaudire le richieste”.

Servizio su La Valsusa del 6 maggio.

E.M.

© Riproduzione riservata