L’Istituto Maria Ausiliatrice di Giaveno, da alcuni anni, può contare sulla presenza di alcuni ragazzi che scelgono la scuola per svolgere il servizio civile.

Da fine gennaio sono entrate in servizio Roberta De Chiara e Lucrezia Ostorero, le quali, a causa della quarantena, hanno dovuto presto abbandonare le attività a cui erano state indirizzate.

Le ragazze, in accordo con l’Istituto, hanno pensato a una forma diversa di servizio che prevedesse un aiuto alle famiglie della scuola anche se necessariamente in forma mediata.

LA MERENDA VIRTUALE CON I RAGAZZI

Tutti i pomeriggi dalle 16 alle 16.40 Roberta e Lucrezia si incontrano, tramite la piattaforma Zoom, con i bimbi della primaria per condividere il momento della merenda, facendo loro un po’ di compagnia e cercando di organizzare dei giochi da fare insieme.

Ogni pomeriggio è dedicato a una classe diversa. Una pausa di dolcezza per non perdere il senso di comunità e sollevare anche un po’ le famiglie in queste lunghe giornate di quarantena.

© Riproduzione riservata