Da qualche giorno, nell’atrio dell’istituto Pascal, un mercatino con i colori dell’Africa offre a studenti e professori statuine, utensili in legno, stoffe, portapenne, sacche.

Arrivano da Ulula, villaggio nel cuore della Tanzania, portati fino a noi nelle valige dei volontari dall’associazione IOP (Ilula Orphan Program) Italia, fondata dalla giavenese Deborah Busso.

Tra loro, c’è anche una docente del Pascal, Patrizia Capriolo, input dell’iniziativa che i pascaliani hanno messo in pratica con il banchetto solidale.

Articolo completo su La Valsusa del 23 dicembre.

 

© Riproduzione riservata