Sabato scorso, 4 maggio, un buon gruppo di fedeli ha vissuto una intensa giornata vocazionale.

Al mattino il “Rogazionaggio”, ossia la processione penitenziale che si svolge da ormai un anno e mezzo tutti i primi sabati del mese dalla Cripta del Beato Rosaz al Santuario della Madonna del Rocciamelone in Mompantero.

E alla sera la Veglia di preghiera per le vocazioni svoltasi nel Santuario stesso.

L’analisi sulla situazione delle vocazioni alla vita sacerdotale e religiosa in diocesi non è certo positiva, anzi! Ma il Signore ci chiede di pregare con fiducia: e forse non crediamo abbastanza alla potenza della preghiera fatta con fede!

Articolo completo su La Valsusa del 9 maggio.

© Riproduzione riservata