Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L’opera dello scrittore è soltanto uno strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza il libro, non avrebbe forse visto in se stesso” scriveva Marcel Proust. E lo si legge in una piccola zona della Biblioteca Luigi Ferrero di Sant’Antonino, con una poltrona, pronta ad accogliere i lettori. Sta andando infatti bene l’iniziativa “L’angolo del lettore”, cominciata a fine marzo, un appuntamento settimanale sui canali social (Facebook e Instagram) della biblioteca comunale di via Torino 172 , dedicato alla promozione della lettura per chiunque abbia voglia di presentare un libro o di rileggere qualche stralcio, dare opinioni o consigli sui titoli.

I capi scout di Sant’Antonino hanno preso a cuore l’iniziativa, insieme ad altre persone, e si sono prestati per registrare i video. È la prima iniziativa forte che lanciamo, dopo l’anno appena passato, che è stato durissimo per tutti, ma anche per le associazioni”, afferma la presidente del consiglio direttivo della Biblioteca Emanuela Prati.

Il consiglio direttivo è stato eletto alla fine di ottobre 2020, presieduto da Prati, e annovera al suo interno la direttrice Rita Carboni, le varie consigliere Claudia Giacherio, Bianca D’Amico, Luigina Blandino, la sindaca Susanna Preacco, Giulia Salani, anche consigliera comunale e Orianna Baritello in qualità di rappresentante dell’Istituto Comprensivo Centopassi.

Articolo su La Valsusa del 3 giugno

Andrea Diatribe 

© Riproduzione riservata