La Protezione Civile ha emesso, nella giornata di oggi, venerdì 1° gennaio, un’allerta arancione per buona parte del territorio piemontese, fra cui la Bassa Valle di Susa e la Val Sangone, a causa delle previste forti nevicate che, a partire già dalla prossima notte, potrebbero interessare i territori dai 400- 500 metri di altitudine.

Sabato 2 gennaio, l’approfondimento di un minimo di pressione al suolo sul Mar Ligure provocherà un’intensificazione delle precipitazioni sulla regione, con nevicate copiose sulle Alpi e a carattere perlopiù piovoso in pianura, dove potrà cadere ancora neve solo fino alle prime ore del mattino a sud del Po — si legge nel bollettino —. La nuova neve cumulata al suolo sulle Alpi nordoccidentali potrà arrivare fino a quasi un metro di altezza, mentre le piogge saranno moderate su tutta la regione, più consistenti sulle pianure occidentali; in attenuazione dalla tarda serata di domani.
Vi saranno disagi per la viabilità e possibili interruzioni nelle forniture dei servizi.

Il parziale colmamento della depressione al suolo domenica permetterà un’attenuazione dei fenomeni, ma il Mediterraneo occidentale rimarrà ancora sotto bassa pressione e il tempo si manterrà ancora debolmente instabile per i primi giorni della prossima settimana”.

bollettino

Il bollettino della Protezione Civile emesso oggi, 1° gennaio

© Riproduzione riservata