Era l’8 settembre 1968 quando la chiesa di Almese venne consacrata dall’allora vescovo Mons. Garneri, dando anche avvio al grandioso Congresso Eucaristico.

I 50 anni trascorsi da quel giorno sono stati l’occasione per una raccolta di memorie e aneddoti storici che sono stati proiettati domenica 21 ottobre, proprio nella chiesa che si stava festeggiando.

Si sono alternate le voci di chi vi lavorò in prima persona, dei parrocchiani dell’epoca, della gente comune che si trovò a vivere la decisione di ergere una nuova dimora di Dio più vicina alle case del paese, lasciando sulla primissima collina di Almese l’allora chiesa, adesso santuario.

Lo strenuo promotore di quest’opera grandiosa fu il pievano don Ettore Ghiano che su monito del vescovo Garneri fu incaricato per seguire i lavori per la realizzazione di una parrocchiale nel centro del paese. L’idea già venne a Monsignor Spirito Rocci ma solo alla fine degli anni ’50 si cominciò a concretizzare.

Articolo completo su La Valsusa del 25 ottobre.

Anna Olivero

© Riproduzione riservata