Anche ad Almese, martedì 31 marzo, si è tenuta la commemorazione delle vittime del Covid-19.

La celebrazione è stata presieduta dal sindaco Ombretta Bertolo e da don Alfonso Vindrola, entrambi visibilmente commossi.

È stata deposta una corona al monumento ai Caduti e il sindaco ha espresso parole di vicinanza alle famiglie delle due vittime almesine, Salvatore Mastrogiacomo, ex infermiere e membro della Filarmonica Almesina e Raul Valderrama, insegnante di spagnolo all’Unitre e persona attiva nel volontariato locale, papà dell’ex Presidente del Consiglio Comunale di Almese, Xochitl e dell’artista Ollantay Valderrama Girardi.

Il primo cittadino ha poi chiesto di sostenere gli almesini che vivono la paura di questa malattia perché contagiati e dunque ora soli nelle loro case o negli ospedali che li hanno accolti.

Don Alfonso ha poi letto la preghiera che i Vescovi hanno scritto per questo difficile periodo facendo anche riferimento alle parole del Papa che in una piazza San Pietro deserta, lo scorso 27 marzo, ha detto “pensavamo di rimanere sani in un mondo malato”.

A.O.

© Riproduzione riservata