Per concludere i lavori di riqualificazione della scuola “Riva Rocci” di Almese si dovrà attendere il  2021.

Il cantiere sarebbe dovuto ripartire proprio in questi giorni ma l’impresa appaltatrice non ha trovato le condizioni per poter eseguire a pieno regime l’ultimo lotto di interventi, a causa delle conseguenze che il coronavirus ha provocato sulle modalità di lavoro nei cantieri.

Inoltre, c’è il rischio che i fornitori non riescano ad evadere gli ordini nei tempi previsti impedendo così di rispettare il cronoprogramma previsto.

Questi problemi sono diventati ufficiali dopo un incontro tra le Amministrazioni di Almese, Villar Dora e Rubiana, la Dirigente Scolastica, consulenti e membri del Consiglio d’Istituto comprensivo di Almese e della Direzione Lavori.

Le opere riguardano l’adeguamento sismico, igienico funzionale e antincendio della Scuola secondaria di piazza della Fiera, ma la coesistenza del cantiere e dell’attività didattica non pare proprio essere una strada percorribile in questo momento.

“La sospensione dei lavori di riqualificazione del plesso consente tuttavia alla Direzione dell’istituto scolastico di poter disporre di tutte le aule attualmente presenti, operando autonomamente eventuali riorganizzazioni degli spazi in aderenza alle disposizioni per la ripresa della didattica a partire da settembre 2020, nel pieno rispetto delle norme di distanziamento sociale e di tutte le misure che saranno impartite dal MIUR e dal CTS per lo svolgimento delle lezioni in aula”.

Queste le parole del vicesindaco Andrea Cavaliere, che ha aggiunto: “Nel caso in cui la Direzione scolastica ritenga necessario suddividere ulteriormente le classi per garantire il rispetto delle norme sarà sempre a disposizione la struttura prefabbricata di Milanere o altri locali messi a disposizione dal comune”.

A.OLI

© Riproduzione riservata