Ad Almese sono attualmente 11 le persone positive al COVID-19, 3 i guariti (con ultimo tampone negativo) e circa una decina in quarantena fiduciaria presso il proprio domicilio.
“I numeri ci dicono che la situazione sul nostro territorio è nella media – conferma il sindaco Ombretta Bertolo -. Purtroppo rimangono, e rimarranno per sempre, i nostri due cittadini deceduti a causa del Coronavirus, e speriamo vivamente che questo drammatico bilancio non debba aumentare. Le altre persone risultate positive al test si trovano quasi tutte in quarantena presso la propria abitazione e sono in via di guarigione; molti di loro hanno avuto sintomi lievi della malattia, una percentuale minore è quella dei ricoverati, ma finalmente quasi tutti sono tornati a casa dai propri cari. 
Analizzando i nostri casi possiamo confermare quanto sta emergendo a livello nazionale, e cioè che i primi e i più numerosi ad essere colpiti sono infermieri, medici, oss che lavorano in strutture sanitarie pubbliche o private, i loro famigliari e gli ospiti di RSA. Il rischio di trasmissione di COVID-19 in questi luoghi è elevato, ed è nel proteggere chi lavora e chi è ospitato nelle strutture sanitarie e sociosanitarie che si giocherà uno dei momenti decisivi della grande partita contro il Coronavirus.
Ricordo a tutti i cittadini che l’impatto della trasmissione del Virus può essere ridotto, o addirittura annullato, applicando le misure di prevenzione e controllo emanate dal Ministero della Salute e dalla Regione Piemonte ormai note a tutti. L’adozione di comportamenti responsabili da parte del singolo, può fare la differenza e salvaguardare la salute dell’intera comunità. Ricordiamocelo sempre.”

© Riproduzione riservata