La Città Metropolitana di Torino ha affidato definitivamente a un’impresa specializzata i lavori per i primi interventi strutturali di consolidamento indispensabili per la riapertura del ponte di Alpignano lungo la SP 178: il ponte era stato chiuso al traffico in via precauzionale lo scorso 22 maggio.

I lavori per i ponteggi sono cominciati nella mattinata di oggi, lunedì 20 luglio, e programmati in modo che l’intervento si concluda a settembre con la riapertura del ponte nelle modalità precedenti la chiusura: saranno anche approfonditi tutti gli aspetti tecnici per la possibilità di innalzare i limiti di carico.

L’intervento prevede il montaggio di ponteggi sulle pile, prove di rilascio tensionale sul calcestruzzo della struttura, cerchiatura ed iniezioni di risarcimento delle lesioni delle pile, il placcaggio con sistema attivo e l’installazione dei sistemi di controllo compreso il monitoraggio dell’impalcato del ponte durante il suo successivo esercizio.

Si predisporranno campi prova materici per identificare gli interventi tipologici che consentano il recupero delle sezioni resistenti originarie del manufatto nelle diverse posizioni (travi, pile, archi e solette): analisi indispensabili per l’attività contestuale di progettazione in corso dell’intervento di recupero integrale dell’operatività del ponte.

La Città metropolitana di Torino infatti sta lavorando al progetto definitivo esecutivo di manutenzione straordinaria finanziato dal Ministero delle Infrastrutture che prevede un investimento totale di 2 milioni di euro per il completamento del risanamento strutturale e il consolidamento della struttura.

Servizio su La Valsusa del 23 luglio.

© Riproduzione riservata