Una famiglia alpignanese nel ’43 ha tenuto nascosta nella propria cascina alcuni ebrei.

La richiesta era partita da don Vitrotti, il parroco di allora.

Mai nessuno ha saputo nulla ma don Vitrotti, nella sua Cronistoria Alpignanese, ha lasciato una traccia che ha permesso di risalire ai discendenti degli agricoltori Sanmartino.

I nipoti sono stati premiati durante le celebrazioni per il Giorno della Memoria.

L’articolo completo si può leggere su La Valsusa di giovedì 31 gennaio ancora disponibile in edicola

© Riproduzione riservata