L’esperienza di volontariato dell’alpignanese Laura Bellagarda raccontata in un libro.

Si fa presto a dire volontariato. Per Laura questa parola ha un significato profondo e speciale. Speciale perché tutto è nato per dire un grazie, restituire una parte del suo vissuto, infondere speranza, trasmettere pace e allegria. Ed ora l’esperienza di Laura è diventata parte di un libro che sabato 11 verrà presentato al Salone del Libro di Torino, “Storytelling di volontariato”.

Laura da otto anni, dopo il dramma accaduto a suo figlio Lucio che ora ha recuperato e ha raggiunto la piena autonomia, fa servizio in due associazioni impegnate con disabili e con coloro che hanno subito traumi encefalici.

Articolo completo su La Valsusa di giovedì 9 maggio.

Carmen Taglietto

 

© Riproduzione riservata