Alpignano – Notizia bomba sotto l’albero: mercoledì mattina il sindaco Andrea Oliva ha tolto le deleghe al suo vice Gianni Brignolo e all’assessora all’urbanistica Tamara Del Bel Belluz. Immediata la redistribuzione delle deleghe dei due ormai ex assessori agli altri componenti della giunta, Luigia D’Abbene (che è la nuova vicesindaca), Maurizio Morra e Germana Castelli.

Un fulmine a ciel sereno? “La giunta ha bisogno di andare velocemente – afferma il sindaco – Brignolo e Del Bel Belluz non stavano al passo. Non dialogavano e non collaboravano con me, inoltre non ho feed back del loro operato. Il sindaco ha bisogno di avere dialogo e confronto continuo con la sua squadra”.

I due assessori non verranno sostituiti: “Si lavorerà in quattro – aggiunge Oliva – perché non intendo nominare altri componenti della giunta. I tre assessori avranno rapporti diretti con i funzionari comunali in base alle aree di competenza”.

Il sindaco sostiene che sia necessario dedicare molto tempo alla vita del comune: “Da parte di alcuni assessori c’erano carenze significative – aggiunge il sindaco – Brignolo era pure vicesindaco ed è mancata la sua presenza. Abbiamo bisogno di persone come l’assessora Castelli che è presente tutti i giorni in municipio e sta facendo un lavoro prezioso”.

Ripercussioni in consiglio comunale? “Non credo – dice il sindaco – abbiamo avuto una riunione lunedì ed io ho comunicato la mia decisione. Non ho avuto ostruzionismo. Se qualcuno avrà qualcosa da dire lo potrà fare nelle sedi opportune. Noi continuiamo a lavorare per portare avanti il progetto che avevamo”.

Articolo completo su La Valsusa di giovedì 12 dicembre.

Carmen Taglietto

© Riproduzione riservata