Quella fra venerdì 23 e sabato 24 aprile è stata una nottata impegnativa per i volontari della Croce Rossa di Susa che sono intervenuti, al confine fra Italia e Francia, in due operazioni di ricerca e soccorso di alcuni migranti in transito in alta Val di Susa.
Intorno all’una di notte, due di loro hanno chiesto aiuto al 112, dato che avevano perso l’orientamento nei pressi del Col Saurel e si trovavano in difficoltà nella neve e al freddo.
Sono quindi partite le operazioni di ricerca e soccorso condotte in pieno coordinamento con i Vigili del Fuoco e con il Soccorso Alpino e Speleologico.
Intorno alle 2.45 sono stati messi in salvo e condotti a Claviere: uno dei migranti è stato accompagnato per accertamenti all’ospedale di Susa.
Alle prime luci dell’alba, è arrivata una nuova chiamata di soccorso proveniente sempre dalla stessa zona; in questo caso si è immediatamente attivato il Soccorso Alpino che alle 8.30 ha rintracciato i migranti a monte di località Gimont, infreddoliti per aver passato la notte all’addiaccio.
Tutti sono stati trasportati all’ospedale di Susa per accertamenti.
Le attività sono svolte nell’ambito del progetto MigrAlp, volto a portare assistenza e soccorso a favore dei migranti in transito lungo la cosiddetta “rotta alpina“.

© Riproduzione riservata