La sezione Ana Val Susa ha raccolto 14.000 euro e già consegnato attrezzature all’ospedale di Susa.

Ad una settimana dall’apertura della sua raccolta fondi, di cui avevamo dato notizia proprio la settimana scorsa, L’ANA Val Susa ha raccolto circa 14.000€, alla data di mercoledì 25 marzo 2020.

Contemporaneamente, in accordo con l’Ospedale di Susa che ha evidenziato le necessità, è stato emesso un ordine per materiali che hanno iniziato ad essere consegnati già oggi, giovedì 26.

Si tratta al momento di apparecchiature per la respirazione, con maschere facciali, filtri aria ed antibatterici, ed altri accessori.

“Quattro macchine di stamattina (giovedì 26) sono già in uso insieme alle altre 4 di lunedì (offerte dalla sottoscrizione del Comune). Non so come ringraziare te (il sindaco Genovese) e gli alpini della sezione Val Susa. Ci date forza. Grazie”, così si è espresso il dr. Antonello La Brocca, Primario dell’ospedale di Susa.

Un momento della consegna

Un momento della consegna dei materiali all’ospedale di Susa

Il gesto ha anche ricevuto l’elogio dell’On. Daniela Ruffino: “Mi congratulo per questa straordinaria attività di volontariato. È questa la forza degli Alpini, e lo stile degli Alpini incoraggia gli italiani, a non arrendersi, a sperare e saper guardare al futuro per due componenti essenziali per noi tutti: salute ed occupazione. Un immenso abbraccio cari Alpini, a te Giancarlo, ai Capigruppo, a voi tutti e alle vostre famiglie“.

 

Ricordiamo ancora i riferimenti per i versamenti per chi volesse ancora aderire in quanto la sottoscrizione sarà sempre attiva sino ad emergenza conclusa:

  • BancoPosta n. 83325274 ANA Sez. Valsusa
  • C/C bancario presso Intesa S Paolo ANA Sez. Valsusa via Brunetta 45 10059 Susa To IBAN IT57M0306909606100000001828.

Preghiamo tutti coloro che volessero contribuire di specificare chiaramente nella causale “EMERGENZA CORONAVIRUS”. Chi volesse utilizzare il cc/postale allegato allo Scarpone di dicembre può barrare la scritta “Scarpone valsusino” e indicare la nuova causale”, avvertono dall’ANA.

© Riproduzione riservata