Avrebbe potuto avere conseguenze ancora più gravi, sabato scorso, quanto accaduto lungo la tangenziale di Torino all’altezza del casello di Bruere.

Poco dopo le 9 del mattino un grosso tronco ormai secco è infatti caduto sulla carreggiata, provocando un incidente che ha coinvolto una Ford T-Max ed una Harley Davidson. L’uomo alla guida dell’auto, un 75enne di Susa in viaggio con la moglie verso Torino, avrebbe sterzato istintivamente a sinistra per evitare il tronco e travolto il motociclista che stava sopraggiungendo proprio in quel momento.

Una tragica fatalità costata cara al centauro, un 54enne di Chiusa San Michele che è stato sbalzato dalla moto battendo violentemente sull’asfalto. L’uomo ha riportato un grave trauma cranico ed è stato trasportato con l’elisoccorso in codice rosso al Cto, dov’è tuttora ricoverato in prognosi riservata.

Al pronto soccorso sono finiti anche il pensionato al volante della Ford e sua moglie, in evidente stato di choc ma fortunatamente in buone condizioni di salute.

L’incidente ha causato disagi alla circolazione che si sono protratti fino a mezzogiorno, quando vigili del fuoco e personale Ativa sono riusciti a rimuovere il grosso tronco dalla strada e la tangenziale è stata riaperta. Spetta ora agli agenti della Polstrada ricostruire la dinamica dell’incidente e accertare a chi debba essere imputate la responsabilità dell’accaduto.

Servizio su La Valsusa del 22 luglio.

Federica Allasia

© Riproduzione riservata