Il supporto e il conforto della musica entrano nei reparti ospedalieri Covid-19 e nelle Rianimazioni.

L’Asl To3 sta facendo debuttare in questi giorni, nei propri ospedali e nelle strutture dedicate ai pazienti affetti da Coronavirus, un progetto sperimentale che prevede la diffusione di musica a 432 hertz a beneficio di malati e di operatori.

La musicoterapia e, in particolare, l’adozione delle frequenze 432 hz sono ad oggi oggetto di studio ma sono già molteplici le esperienze a livello internazionale che indicano come l’utilizzo possa essere efficace per l’abbassamento dei livelli di ansia e di stress nei pazienti sottoposti a ventilazione meccanica, migliorando la tolleranza ai trattamenti e riducendo l’impiego della sedazione del dolore.

Un beneficio a livello fisiologico per i pazienti, che può costituire anche un importante sostegno per gli operatori sanitari, sottoposti in questo periodo a uno sforzo fisico e mentale straordinario.

Il progetto, a cura della struttura Promozione della Salute dell’Asl To3, si avvarrà di 30 nuovi tablet che saranno a disposizione dei reparti ospedalieri Covid-19 e delle Rianimazioni e su cui verranno caricati i brani.

A donarli, con un gesto di grande generosità, la “Società Mutua Piemonte”, società di mutuo soccorso di Pinerolo. I dispositivi si aggiungeranno a quelli già in uso nei reparti (nei giorni scorsi si è completato l’arrivo dei 100 tablet donati da Lavazza): potranno essere un valido supporto per permettere ai pazienti di contattare anche visivamente i propri familiari a casa.

La musica riprodotta è stata composta dal dottor Emiliano Toso, biologo e musicista biellese: il dottor Toso, studioso di musica a 432 hz, si è reso disponibile a collaborare con il progetto fornendo una playlist dei propri brani.

“Questo progetto sperimentale non rientra soltanto nell’ottica dell’umanizzazione delle cure, un obiettivo su cui negli anni abbiamo puntato in modo rilevante – sottolinea il Direttore Generale dell’Asl To3 Flavio Boraso – ma vuole essere un supporto alle terapie, ai pazienti e agli stessi operatori sanitari che con grandissimo impegno stanno affrontando questa situazione di difficoltà. Valuteremo, in base anche ai riscontri della sperimentazione, l’opportunità di estendere questa pratica anche successivamente, una volta superata l’emergenza Covid-19”.

La sperimentazione rientra nel più ampio progetto dell’Asl To3 “Musica in ospedale”, nato nel 2018 con la collocazione, nell’atrio degli ospedali di Pinerolo e Rivoli, di due pianoforti forniti dalla ditta Piatino di Torino.

L’obiettivo è quello di allietare la permanenza di pazienti e familiari con la musica e in particolare con l’ascolto della musica dal vivo, attività positiva e favorevole per affrontare situazioni critiche legate alla malattia.

Nella foto: la consegna dei tablet all’Asl To3 da parte della Società Mutua Piemonte

© Riproduzione riservata