Il partigiano Ilvio Ghiano è morto il primo giugno nella sua abitazione di Avigliana.

Aveva 94 anni, ed è stato un personaggio per la città per il suo ingegno nel lavoro di imprenditore innovativo.

Negli anni ‘50, offrì la possibilità a numerosi aviglianesi di avere la televisione in casa, permettendo di riscattarla con l’inserimento nella gettoniera di monete da 100 lire, che faceva vedere i programmi per alcune ore.

Quando la tv prese piede, s’inventò di proporre la lavatrice sempre a gettone. Era stato tra i primi a costruire le radio, montando pezzo dopo pezzo fino all’assemblaggio nel mobile. Il suo negozio era al Pasché in via Garibaldi e, nel gennaio 1984, passò il testimone alla figlia Ivana e al marito Alberto che continuarono l’attività fino a dicembre dello scorso anno.

Servizio su La Valsusa dell’11 giugno.

E.M.

© Riproduzione riservata