La Città Metropolitana di Torino, ha approvato il progetto esecutivo della rotatoria della Grangia, che eliminerà il semaforo tra la SS 24 e la SP 197, ultimo impianto semaforico sulla SS 24 da Caselette a Borgone di Susa.

Il progetto prevede la realizzazione di due rotatorie in successione collegate, rotatoria a 8, che avranno la funzione di ridurre la velocità, senza che si vengano a creare code come avviene invece con l’attuale semaforo.

«L’accesso alla rotatoria avverrà da quattro bracci d’entrata e d’uscita – spiega l’assessore ai Lavori pubblici Andrea Remoto –, separati da isole spartitraffico sistemate a prato verde e rialzate rispetto la sede viaria, con la funzione di impedire invasioni di corsia opposta da parte di chi percorre la traiettoria di uscita. Come Amministrazione esprimiamo grande soddisfazione per questo risultato, frutto del costante confronto che stiamo portando avanti con Città Metropolitana di Torino. Confidiamo ora in un celere affidamento dei lavori, in modo da poter finalmente vedere risolto un annoso problema di viabilità».

I lavori costeranno complessivamente 260mila euro interamente a carico di Città Metropolitana di Torino.

© Riproduzione riservata