Dopo quattro anni dalla precedente mostra, lo scultore delle radici Luca Germena torna nella chiesa di Santa Croce per proporre un itinerario emozionale attraverso un’installazione scenografica dove fanno bella luce oltre trentacinque opere. Dal 3 al 18 marzo si svolgerà la mostra personale nella chiesa di Santa Croce in piazza Conte Rosso dal titolo “The natural sculpture/twò”. Germena prosegue il percorso iniziato undici anni fa, che si è snodato attraverso oltre sessanta mostre personali, tra le più importanti: l’esposizione al Museo di Scienze Naturali di Torino nel 2013, al CERN di Ginevra nel 2014 e nella sede del Parco del Mercantour nel 2015. L’artista durante le sue escursioni tra i boschi scopre tra le radici morte degli alberi figure di animali che poi farà rivivere nel suo laboratorio di intagliatore del legno. L’inaugurazione è fissata per sabato 3 marzo, alle 17, e sarà seguita, alle 18, da una performance a cura del maestro Salvatore Chillemi Casablanca, della coreografa Gabriella Allais e della lettrice Gisella Viero. Orari visite: venerdì ore 17 – 19, sabato e domenica 10 – 13, 15 – 19.

E.M.

© Riproduzione riservata