Con il ritorno dei cigni sul Lago Grande di Avigliana riparte la protesta di molte persone che lanciano l’appello di non dare del pane, perché potrebbe crear loro dei gravi problemi.

C’è chi è a favore perché asserisce che una fetta di pane non può far male, mentre altri sono decisamente contrari perché potrebbero provocare dei disturbi gravi.

A dare una risposta ai vari interrogativi è l’assessora alle Politiche ambientali Fiorenza Arisio. “Dare il pane agli anatidi è vietato perché da un lato provoca una malformazione delle ali, la così detta ala d’angelo, che può impedire loro di volare in caso di necessità, e dall’altro lato compromette la loro capacità riproduttiva rendendo i gusci delle uova molli e poco resistenti”.

Servizio su La Valsusa del 5 novembre.

E.M.

© Riproduzione riservata