È paradossale, ma correre, o camminare, non è proprio la primissima cosa a cui si pensa mentre si partecipa alla 49esima Maratona di New York.

Tolti gli atleti e coloro che vogliono veramente mettere alla prova sé stessi, la maggior parte dei partecipanti si lascia rapire dai colori, dai rumori e dagli odori che la corsa più famosa del mondo riesce a tirar fuori da una metropoli straordinaria.

Ne sanno qualcosa la sanganese Barbara Delfino e il coazzese Alfio Usseglio che hanno preso parte, domenica 3 novembre, a quella che molti considerano “la madre di tutte le maratone”.

Su La Valsusa del 14 novembre vi raccontiamo le loro esperienze.

Alberto Tessa

Anita Zolfini

© Riproduzione riservata