Bardonecchia. Erano pronti, avevano preparato tutto il necessario, biglietti on-line, piste battute, impianti nuovi, ma niente da fare.

Questa mattina c’è stato il primo allarme, il CTS, dopo la richiesta del ministero della Salute di verifica dei numeri della pandemia, visti i dati definiti “preoccupanti” a causa della circolazione delle varianti (specialmente quella UK), riferiva: “abbiamo consigliato di evitare ulteriori riaperture“.

La conferma è arrivata questa sera dal ministro Speranza che ha firmato un provvedimento che vieta lo svolgimento delle attività sciistiche amatoriali fino al 5 marzo 2021, data di scadenza del DPCM 14 gennaio 2021.

A causa di questo dalla società impianti bardonecchiese non hanno potuto far altro che ottemperare all’ordine e, infatti, confermano che: “non ci sarà, quindi, permesso aprire gli impianti di risalita.

Siamo davvero dispiaciuti e comunicheremo a breve tutte le modalità per provvedere al rimborso degli skipass acquistati online.

Vi ringraziamo per il sostegno che ci avete dimostrato, in poche ore la vendita online degli skipass ha registrato il Sold Out!

Abbiamo lavorato giorno e notte per essere pronti ad accogliervi in pista… ci avevamo creduto, e voi insieme a noi!

A breve vi comunicheremo tutti gli aggiornamenti!”.

 

 

© Riproduzione riservata