Anche Bardonecchia, mercoledì 25 novembre, ha voluto celebrare e ricordare la giornata mondiale contro la violenza sulle donne collocando una panchina rossa davanti alla sede del Municipio ed illuminando di rosso il pero di Piazza Suspize.

La “panchina rossa” è il simbolo del posto occupato da una donna che non c’è più, portata via dalla violenza di un uomo. Essa vuole inoltre simboleggiare un percorso di sensibilizzazione verso i temi del femminicidio e della violenza maschile sulle donne e viene collocata in una piazza, in un giardino pubblico, davanti ad una scuola o ad un museo… perché nessuna venga dimenticata.

Gli studenti della classe 5° del Liceo Des Ambrois (indirizzo sportivo) hanno poi ricoperto la panchina di manifesti, decorazioni e pensieri dedicati.

Chiara Rossetti, Vice Sindaco del Comune di Bardonecchia ed insegnante al Liceo ha così commentato: Mi è parso giusto testimoniare questa giornata  con questa semplice iniziativa, maturata durante le mie lezioni di didattica a distanza, proposta e subito accolta molto favorevolmente dalle mie allieve e allievi che hanno contribuito con buste rosse contenenti frasi personali, carine e condivisibili, a realizzare un bel lavoro, testimonianza concreta della loro sensibilità e strumento didattico volto ad educare le nuove generazioni al rispetto di valori universali fondamentali”.

 

nella foto: La panchina rossa a Bardonecchia, con Odilia Rossa, Istruttore direttivo ufficio comunale al Commercio Sport e Turismo, Chiara Rossetti, vice sindaco, Piera Marchello, assessore e Loredana Campolo, Responsabile comunale Ufficio Affari generali e demografico. Foto archivio Ufficio del Turismo

© Riproduzione riservata