BUSSOLENO – Anche dalla Valle di Susa a Torino per la mobilitazione contro l’emergenza cinghiali.

All’insegna dell’hashtag #bastacinghiali domani, giovedì 8 luglio dalle 9 Coldiretti e gli agricoltori scendono in piazza a Roma, in piazza Montecitorio e con mobilitazioni in tutte le Regioni per denunciare l’emergenza cinghiali.

E a Torino l’appuntamento è in piazza Castello, con presenza garantita anche dai coltivatori valsusini coordinati dalla sede di zona della Coldiretti di Bussoleno.

Scopo della manifestazione, come rimarca Coldiretti è denunciare, anche con eclatanti azioni dimostrative, una emergenza nazionale che sta provocando l’abbandono delle aree interne, problemi sociali, economici e ambientali.

Coldiretti sottolinea che infatti, i cinghiali in Italia con l’emergenza Covid hanno trovato campo libero in spazi rurali e urbani, spingendosi sempre più vicini ad abitazioni e scuole fino ai parchi dove giocano i bambini. Gli animali selvatici distruggono produzioni alimentari, sterminano raccolti, assediano campi, causano incidenti stradali con morti e feriti e si spingono fino all’interno dei centri urbani dove razzolano tra i rifiuti con pericoli per la salute e la sicurezza delle persone.

Di qui lo slogan: basta cinghiali.

Luca Giai

© Riproduzione riservata