Adesso la misura è colma. L’incrocio dei Baroni, nei pressi del cimitero, sulla statale 24, ha ormai consolidato la sua fama come punto più pericoloso di tutta la Valle di Susa.

Sabato 25, nella tarda mattinata, l’ultimo grave incidente (che va a sommarsi agli ultimi due incidenti gravi nel giro di alcune settimane, con un morto e parecchi feriti, già cinque dall’autunno 2019): intorno alle 11.30 una moto, condotta da un uomo residente a San Didero, e proveniente dalla mezza curva cieca lato San Giorio, non è riuscita a frenare in tempo ed ha travolto una Panda, guidata da un cittadino di Bussoleno, proprio all’incrocio, provocandone il capottamento.

Per fortuna il guidatore non ha riportati danni, mentre il motociclista è stato trasportato dall’Elisoccorso finito in coma farmacologico al Cto di Torino. Non è questa la goccia che ha fatto traboccare il vaso, anche perché il vaso è traboccato da tempo.

La popolazione dell’Inverso e delle borgate che ne fanno parte è piuttosto esasperata e lo è da anni.

Approfondimento su La Valsusa del 30 luglio.

Giorgio Brezzo

© Riproduzione riservata