L’ultima campanella è suonata, le prime prove sono concluse e ora soltanto l’orale separa i maturandi dall’estate della libertà.

Al liceo “Norberto Rosa”, poi, c’è un gruppo di studenti che sta vivendo questi esami con ancor più emozione: la V F del liceo Artistico.

È ancora presto per dire se il loro tratto sia ispirato maggiormente a quello di Da Vinci, Caravaggio o Picasso, ma abbiamo già un motivo per ricordarci di loro, perché sono i ragazzi della prima classe del liceo artistico di Bussoleno, i primi a concludere un percorso d’arte e poesia, i primi che, tra acquerelli, acrilici e blocchi d’argilla sono riusciti a dare un volto nuovo al liceo bussolenese.

Cinque anni fa, forse un po’ incerti e impauriti, hanno saputo cogliere un’occasione irripetibile, ma hanno anche rischiato, perché non hanno avuto nessuno con cui confrontarsi o a cui chiedere un consiglio, erano semplicemente i primi.

Articolo completo su La Valsusa del 27 giugno.

Alessia Taglianetti

© Riproduzione riservata