Maria Ghedini è una nonna coi fiocchi. Ieri, mercoledì 20 maggio, ha compiuto 100 anni, nella sua casa a Bussoleno. Un bellissimo traguardo. Purtroppo non è stato possibile, per via delle misure imposte per prevenire il contagio del famigerato virus, fare una grande festa di compleanno come i famigliari avrebbero voluto.

Sua mamma Santina, una ragazza madre, partorì a Torino: Maria è cresciuta in una famiglia di contadini. Si è poi trasferita a Bondeno, in provincia di Ferrara, dopo avere conosciuto il suo futuro marito Giorgio Lugli, di professione capotreno nelle ferrovie, e con cui è convolata a nozze il 17 marzo 1940. Successivamente si è spostata a Bologna e nel 1960 è ritornata in Piemonte, trasferendosi a Bussoleno. Con suo marito ha dato alla luce tre figli: Dino, Silvano e Lorenzo, mancato purtroppo in tenera età.

Per un piccolo periodo ha lavorato da Cavargna, rinomata produzione di castagne di Bussoleno. “Per il resto ha fatto la nonna a tempo pieno”, commenta Lorenzo Lugli, uno dei nipoti, felice per il traguardo della nonna. Mica poco, perché l’affetto e la capacità di dare consigli sono fondamentali in una famiglia. E le nonne si sa, danno amore incondizionato. Dal matrimonio nacquero molti nipoti e pronipoti, chiamati tutti affettuosamente “stella”.

Sfortunatamente è stata una festa ristretta, non come si sarebbe pensato, ma i famigliari hanno fatto sentire la loro vicinanza con striscioni e palloncini appesi al balcone di casa e con un’immancabile torta di compleanno.

A lei, da La Valsusa, i nostri più cari auguri.

Andrea Diatribe

© Riproduzione riservata