Ci risiamo. La storica militante No Tav Nicoletta Dosio, 75 anni, insegnante di lettere in pensione, è stata nuovamente condannata a un anno e un mese di carcere per evasione dagli arresti i domiciliari.

Le vengono contestati alcuni fatti risalenti al 2016, a fine anno, quando non rispettò una misura cautelare che la confinava agli arresti domiciliari nella sua casa di via San Lorenzo per poter partecipare ad alcune manifestazioni organizzate dal movimento No Tav.

È la terza volta che Nicoletta Dosio viene condannata, e l’attivista è già stata in carcere lo scorso anno dopo aver rifiutato tutte le misure alternative.

Articolo completo su La Valsusa del 25 novembre.

© Riproduzione riservata