Sabato 10 aprile, in piazza Cavour a Bussoleno, dalla 15 alle 18, il movimento No Tav ha organizzato un presidio “statico”, e autorizzato, di solidarietà per Dana Lauriola, l’attivista detenuta in prigione e condannata a due anni per avere illustrato, attraverso un megafono, le motivazioni della protesta durante una manifestazione del 2012.

Circa duecento persone, rispettando le norme anti-covid, hanno presenziato, ascoltando gli interventi delle militanti No Tav Ermelinda Varrese e Roberta Bonetto, delle Mamme in piazza per la libertà di dissenso, della sindaca Bruna Consolini e della militante storica Nicoletta Dosio.

Servizio su La Valsusa del 15 aprile.

Giorgio Brezzo

© Riproduzione riservata