Continuano gli incontri tra la lista Insieme In Comune di Andrea Malacrinò e i cittadini di Bussoleno: nell’arco di alcune serate i candidati hanno incontrato sia la rappresentanza della Protezione Civile, degli AIB e dei Volontari dei Vigili del Fuoco sia diversi componenti dell’Unione Commercianti di Bussoleno.

Da entrambi gli incontri sono scaturiti preziosi spunti di riflessione che vanno a confluire nel già nutrito programma per le prossime amministrative. Alla base di tutto si pone la fattiva realizzazione del Polo Logistico in zona Cascina del Gallo, già prospettato in seguito al devastante incendio dell’autunno 2017 e non realizzato; difatti l’esistenza di un Polo Logistico che riunisca le diverse realtà che operano sul territorio in caso di emergenza è imprescindibile in un’ottica di messa in sicurezza del territorio, non solo per Bussoleno ma anche per i Comuni limitrofi. “Partiamo dal presupposto” dichiara Malacrinò “che occorre una cultura di protezione civile in grado di prendere il posto della cultura dell’emergenza e un punto fondamentale del nostro programma sarà proprio il totale supporto a ogni iniziativa che coinvolga gli operatori del settore.

Da qualche decennio è in atto un processo di abbandono della montagna, che conduce spesso alla compromissione dell’ambiente naturale e al rischio molto forte in caso di eventi climatici di particolare intensità; cercheremo di ovviare a tutto questo valorizzando la montagna e chi ancora ci vive, per arrestare questo processo che sembra quasi irreversibile. La nostra idea è di fornire a tutte le borgate, che ancora ne sono sprovviste, degli idranti per fronteggiare il pericolo incendi e, in accordo con le Amministrazioni delle Aree Protette, e con i Forestali, predisporre eventuali piste anti-incendio in zone strategiche”.

Per quanto riguarda le legittime e motivate istanze dei commercianti, i candidati della lista Malacrinò, accogliendo le proposte emerse, ritengono necessaria una rivitalizzazione del tessuto del paese e una sinergia tra commercio e turismo per rafforzare la capacità attrattiva di Bussoleno, anche con l’opportuna valorizzazione del Centro Storico (che, insieme con quello di Susa e di Avigliana, presenta uno dei meglio conservati assetti urbanistici di origine medievale della Valle). “Nel programma” dichiarano “vi è infatti una parte molto dettagliata sul ruolo del Comune che dovrà porsi come facilitatore, anche nell’individuare le potenziali linee di finanziamento di matrice europea, che negli anni recenti risultano essere tra le poche opportunità economiche utilizzabili sul territorio. A fronte di un paese in cui sembra prevalere una progressiva desertificazione commerciale, occorrerà senz’altro provvedere, incentivando l’avvio di nuove attività e combattendo una forma di degrado che pare diffusa e che tutt’oggi non rappresenta un’attrattiva per i turisti di passaggio”.

L’interfacciarsi con le diverse anime della popolazione, secondo Malacrinò, rappresenta senza dubbio uno strumento fondamentale per la stesura di un programma realistico, che non sia un ‘libro dei sogni’, ma che consenta, se eletti, di operare concretamente nella dimensione territoriale.

In concomitanza con questi incontri, Andrea Malacrinò presenta i candidati che completano la sua lista. Carlotta Miravalle, classe 1988: “Nata a Torino, ho trascorso gran parte della mia adolescenza a Chiomonte, dove vivo stabilmente da oltre 10 anni. Dopo la laurea in Giurisprudenza, ho scelto di svolgere la mia attività di praticante avvocato abilitato al patrocinio proprio presso uno studio legale operante in Val di Susa. Legata a Bussoleno anche per motivi lavorativi, avendovi esercitato la professione, sono fermamente convinta che il nostro Territorio meriti un rilancio concreto; sono pronta a fornire il mio contributo di tempo, energie e competenze a favore di tutti gli abitanti, impegnandomi a valorizzare ciò che unisce piuttosto che enfatizzare ciò che divide. Mi presento con una squadra fatta di donne e uomini, volti nuovi e persone di esperienza, accomunati da un unico obiettivo: essere utili alla propria comunità”.

Alessandro Vitulano, classe 1964, nato a Boscoreale (NA) e residente a Bussoleno dal 1976. Diplomato con Maturità Tecnica per Geometri. Padre di due figlie, dipendente del MIUR. “Ho deciso di ufficializzare la mia candidatura in vista delle prossime amministrative. L’idea di candidarmi a consigliere comunale è maturata più di un anno fa, poiché nel corso di questi ultimi anni ho avuto modo di conoscere meglio Andrea Malacrinò e di apprezzarne le idee innovative, la voglia di cambiare e i valori. In questi ultimi mesi, ho conosciuto persone speciali con le quali stiamo condividendo il programma e il desiderio di fare tutti insieme qualcosa per il nostro paese.

Alla luce del fatto che sempre più persone negli ultimi tempi non si recano al voto sono convinto che noi tutti dovremmo cercare in tutti i modi di riprendere le redini del nostro futuro, anche con la partecipazione attiva, in prima persona all’amministrazione del territorio. Ho quindi maturato un profondo desiderio di rappresentarvi in Consiglio Comunale con la massima umiltà e disponibilità”.

Antonio Motteran – detto Walter – 73 anni, ex artigiano/elettricista in pensione, padre di due figli, è rappresentante della Frazione di Foresto: “Vivo a Bussoleno da cinquant’anni, anche se sono di origini venete, essendo nato ad Adria, in provincia di Rovigo. Ho ricoperto la carica di assessore nella prima amministrazione della Prof.ssa Alida Benetto, con deleghe a Montagna, Ambiente, Sport, Turismo e Tempo Libero. Ho ricoperto anche la mansione di vice-presidente della squadra “Bussoleno Calcio”. Conoscendo le criticità del territorio, ho scelto di collaborare con questo gruppo per tentare di risolvere una serie di problematiche”.

Giovanni Raso, 42 anni, due figli, operaio,  impegnato nel sociale come preparatore del settore giovanile di calcio a Bussoleno. Legato al paese, in particolare a Foresto, ha deciso di mettersi in gioco per contribuire alla realizzazione di politiche giovanili che coinvolgano attivamente i ragazzi nella vita della comunità.

Federico Dezzani, classe 1984, valsusino di origine, laureato in Economia all’Università di Torino, città in cui vive e lavora in ambito consulenziale. Grande conoscitore delle montagne della Valle di Susa, si candida con la lista Insieme In Comune perché convinto che si possa operare per coniugare crescita economica e ambiente.

© Riproduzione riservata