I defibrillatori ormai sono stati collocati in tutti gli edifici comunali. E’ sufficiente? No di certo; ora bisogna imparare a utilizzarli. Per questo, dopo aver investito un bel po’ di quattrini per acquistarli e posizionarli il Comune sta per avviare iniziative di informazione e di formazione per il colletto utilizzo di questi aggeggi salvavita. “Vogliamo rendere il più possibile operative le strumentazioni che abbiamo a disposizione – spiega il vicesindaco Laura Saccenti – proprio perché sappiamo quanto sia fondamentale nei casi di schock cardiaco (in attesa che giungano sul posto i mezzi di soccorso e il personale sanitario) un intervento preciso e immediato”. Già, perché  l’uso consapevole del defibrillatore può davvero salvare una vita”. 

Non basta quindi che la diffusione di questi strumenti sul territorio sia capillare; è necessaria anche la formazione di personale abilitato al suo utilizzo. “Defibrillatori sono presenti in municipio, nelle due palestre comunali e, grazie all’intervento del Lions club Villarbasse, anche nel “Centro famiglia” parrocchiale”, dettaglia il vicesindaco.

Il Comune si è quindi attivato per far arrivare in paese docenti qualificati, affiliati all’Irc di Bologna, il “Gruppo italiano per la rianimazione cardiopolmonare”, che dal 2015 eroga corsi programmi di addestramento alla rianimazione, alla gestione del paziente con trauma e, più in generale, al trattamento del paziente critico adulto e bambino. Si tratta di percorsi destinati a tutti i potenziali utenti, dal cittadino ai professionisti sanitari.

La rete formativa di Irc, in Italia, conta più di 350 centri di formazione e forma ogni anno più di 150.000 operatori in varie discipline, partendo dai corsi base fino ad arrivare ai corsi avanzati. Il polo formativo a cui si appoggerà il corso promosso dal Comune di Buttigliera è quello dell’ospedale “San Luigi” di Orbassano.

 

Il corso, rivolto ai cosiddetti “operatori non sanitari” con un primo percorso di “Basic life support e defibrillation” è prenotabile al costo di 50 euro, totalmente devoluti alle spese di formazione, mentre l’Amministrazione metterà gratuitamente a disposizione i locali. Due i corsi in programma, il 18 e il 22 marzo, ciascuno di 4 ore, dalle 18 alle 22.

E’ possibile iscriversi all’indirizzo mail laurasaccenti@hotmail.it.

© Riproduzione riservata