Il Consiglio dei Ministri presieduto da Mario Draghi che si è svolto nella serata di ieri, lunedì 17 maggio, ha dato il via libera ad alcune importanti riaperture, che fanno seguito ai miglioramenti registrati in queste ultime settimane nell’andamento dell’epidemia e il potenziamento delle vaccinazioni.
Vediamo le principali:
  • Coprifuoco: da domani, mercoledì 19 maggio, in zona gialla, è spostato alle 23. Rimarrà in vigore fino alle 5 del giorno successivo. Dal 7 giugno sarà spostato a mezzanotte. Dal 21 giugno è invece prevista la sua abolizione.
  • Centri commerciali: da sabato 22 maggio riaprono anche nei fine settimana.
  • Impianti di risalita: dal 22 maggio possono riaprire.
  • Palestre: possono riaprire da lunedì 24 maggio.
  • Ristoranti: dal 1° giugno è consentito pranzare e cenare anche al chiuso.
  • Bar: dal 1° giugno è autorizzata anche la consumazione al banco.
  • Competizioni sportive: dal 1° giugno sono consentite all’aperto con al massimo mille persone. Dal 1° luglio saranno consentite anche al chiuso con al massimo 500 persone.
  • Matrimoni e cerimonie in generale: dal 15 giugno le feste sono consentite sia all’aperto sia al chiuso con il Green pass (avvenuta vaccinazione, dichiarata guarigione o tampone negativo).
  • Parchi tematici e di divertimento:  dal 15 giugno possono riaprire.
  • Sale scommesse, bingo e casinò: è prevista la riapertura dal 1° luglio.
  • Corsi di formazione: dal 1° luglio possono riprendere in presenza.
  • Discoteche: rimangono ancora sospese sia all’aperto sia al chiuso.

© Riproduzione riservata