Una domenica d’estate per scoprire che per arrivare a un passo dal cielo basta camminare un’ora e mezza suo sentieri che si inerpicano sul monte Pirchiriano alle porte della Valle Susa. Arriviamo a Sant’Ambrogio e lasciamo l’auto nelle vicinanze della chiesa parrocchiale (la stessa cosa si può fare a Chiusa San Michele dove un altro sentiero porta allo stesso luogo); qui c’è l’indicazione “Sacra di San Michele”: non resta che iniziare la salita col cavallo di San Francesco, cioè a piedi lungo l’antica mulattiera.

I passi e il respiro, sotto i castagni, sono accompagnati dal soffio dalla brezza che soffia tra i rami e dal canto degli uccelli; ogni tanto si sente il picchio che insistente batte col becco sui tronchi degli alberi. Non ci si sente mai soli e, di tanto in tanto, incrociamo altri camminatori che salgono alla millenaria abbazia che da secoli sorveglia la Valle dall’alto.

Servizio su La Valsusa del 30 luglio (all’interno dello Speciale Estate).

Bruno Andolfatto

© Riproduzione riservata