Sabato 16 ottobre si sono svolti i lavori per la messa in sicurezza della Cappella del Monte Thabor (situata a 3.178 metri di quota) realizzati dall’Assomont di Melezet insieme ai volontari del Soccorso Alpino e del CAI di Bardonecchia, grazie all’interessamento delle amministrazioni comunali di Bardonecchia e Nevache.

Le condizioni del fabbricato, di proprietà del Comune di Bardonecchia ma dal 1947 situato in territorio francese, sono infatti molto critiche anche a causa del sottostante ghiacciaio che, sciogliendosi, provoca un progressivo scivolamento del terreno verso valle.

Per il suo recupero, sono state esaminate negli anni diverse soluzioni, tutte molto costose e difficoltose anche a causa della doppia competenza territoriale, ma finalmente nell’estate scorsa, nel corso della presentazione del libro di Marziano Di Maio proprio sul prezioso e sacro edificio, l’ex sindaco Francesco Avato aveva annunciato l’avvio di un progetto per i lavori di consolidamento del terreno e la successiva ristrutturazione che dovrebbe interessare principalmente la parte più antica del fabbricato, quella dove è situato l’altare.

Articolo completo su La Valsusa del 28 ottobre.

Angela Erta

© Riproduzione riservata