E’ un carnevale antico quello del Lajetto, ripescato nel 2010 dal dimenticatoio dov’era stato relegato per circa 60 anni. Merito di Giorgio Cinato, originario della borgata che, sulla base dei racconti del padre, realizzò alcuni bozzetti con i personaggi e le scene caratteristiche di un evento in cui i coriandoli sono sostituiti dalla segatura. L’idea venne poi presentata al Comune di Condove che la appoggiò. Nacque l’associazione culturale Le Barbuire (il nome delle maschere tipiche di questo carnevale), presieduta da Michele BonaveroL’edizione numero nove del rinato Carnevale che si appresta a veleggiare verso il decennio di una riuscita rifondazione è andata in scena domenica 11 a Lajetto. Ad accompagnarla uno splendido sole che ha reso ancor più frizzante l’atmosfera insieme agli immancabili scherzi che hanno accompagnato il corteo lungo le vie della borgata. Servizio e foto su La Valsusa del 15 febbraio.

Bruno Andolfatto

© Riproduzione riservata