Un massiccio spiegamento di forze si è mobilitato nel pomeriggio di martedì 20 ottobre per cercare un tranese di 74 anni, volontario Aib, disperso tra i boschi del monte Pietraborga.

L’uomo era salito verso le 11 con l’auto, insieme a moglie e figlia, al Colletto di Damone, poco oltre Pratovigero, da cui si dirama una fitta rete di sentieri che portano a Trana, Sangano, frazione Allivellatori di Cumiana e Piossasco. Una volta sul posto, i tre hanno iniziato a cercare funghi e castagne.

Pur rimanendo sempre nelle vicinanze, i tre si sono separati fin quando l’uomo ha perso l’orientamento e, senza telefonino appresso, si è allontanato dalle due famigliari. Non vedendolo tornare all’auto, le due donne hanno lanciato l’allarme e, a quel punto, è partita la macchina dei soccorsi.

Impegnati nella ricerca c’erano le forze di protezione civile di valle e del torinese: Aib, Soccorso Alpino Speleologico e della Guardia di Finanza, Vigili del Fuoco (anche da Torino con la 21, il nucleo Saf, il Ros e l’elicottero che ha compiuto alcuni sorvoli), Croce Rossa, Carabinieri, Polizia Municipale, con uomini, mezzi e nuclei cinofili.

Nel frattempo l’uomo ha vagato tra i boschi scendendo verso valle fin quando, nel tardo pomeriggio, è arrivato in un agriturismo, sul versante di Piossasco, e qui ha potuto telefonare ai famigliari avvertendo che stava bene.

Anita Zolfini

© Riproduzione riservata