L’impossibilità di tenere a Cesana l’annuale commemorazione storico-militare dettata dalla corrente emergenza sanitaria ancora in corso ha portato l’Associazione “Monte Chaberton-515^ Btr. Gaf” a realizzare un inedito video documentario commemorativo sulla storia della nascita e dell’evoluzione di quella che fu la batteria più alta d’Europa.

Il video, girato tra l’abitato di Cesana e la vetta della montagna, ha permesso agli storici dell’associazione, accomunati dalla voce narrante del presidente Emanuele Mugnaini, di poter illustrare i diversi aspetti tecnico/logistici e militari relativi all’installazione e al suo presidio di artiglieri in forza alla 515^ Batteria Guardia alla Frontiera nell’ambito della più ampia organizzazione difensiva del “Vallo Alpino del Littorio”.

Il cuore della narrazione non poteva che riguardare la tragica giornata del 21 giugno di ottant’anni fa quando le artiglierie francesi, comandate dal tenente Miguet, iniziarono il micidiale tiro di distruzione delle torri del forte causando la morte di 10 artiglieri tra cui la medaglia d’oro al valor militare, sergente maggiore Ferruccio Ferrari ogni anno ricordati, proprio a Cesana, con la cerimonia e gli onori militari presso il monumento ai Caduti della batteria.

Alla realizzazione del video documentario, ripreso e montato dal vice presidente Riccardo Tabasso con la narrazione di Emanuele Mugnaini, sono intervenuti Ottavio Zetta, Fabrizio Coniglio, Diego Drago, Fabio Cappiello e Davide Corona attraverso il supporto storico e logistico di Mauro Minola, Jody Vasone e Marco Siano.

Il video è disponibile sul sito associativo www.montechaberton.it, sul profilo facebook ”Monte Chaberton-515 Batteria Guardia alla Frontiera” e sul canale associativo You Tube.

© Riproduzione riservata