Si è svolta ieri, mercoledì 4 dicembre, nel cantiere della Torino-Lione a Chiomonte la cerimonia in onore di Santa Barbara, protettrice dei minatori. L’immagine della patrona è presente all’imbocco di tutte le gallerie.

Una celebrazione analoga é in programma oggi, giovedì 5, nel cantiere del tunnel di base a Saint Martin la Porte, in Francia.
Una festa sentita dai lavoratori, soprattutto in questo anno che segna il passaggio dal cantiere alla nuova configurazione per i lavori definitivi del tunnel di base in Italia.
Lavoratori del cantiere e alcuni sindaci della valle hanno assistito alla cerimonia.

Dopo la messa celebrata da don Marco Mancini, priore dell’abbazia di novalesa, la direttrice di cantiere Paola Ferrua, titolare dell’impresa F2, ha ringraziato tutti i partecipanti. Una lavoratrice dell’impresa ha letto il messaggio del presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio e dell’assessore regionale ai Traporti, Marco Gabusi.

I  lavoratori hanno voluto lasciare un segno della giornata firmando un casco di cantiere destinato al presidente.

A Chiomonte lavorano una quarantina di persone impegnate nella manutenzione e nella predisposizione dei nuovi lavori.  Il passaggio a cantiere del tunnel di base prevede come primo step la realizzazione delle nicchie per consentire l’interscambio dei mezzi di lavoro all’interno della galleria geognostica della Maddalena.

L’appalto, del valore di circa 40 milioni di euro, sarà assegnato nelle prossime settimane.

Intanto nelle scorse settimane la Sitaf (Società Italiana per il Traforo Autostradale del Frejus) ha pubblicato la gara per lo svincolo di Chiomonte sull’A 32, il cui  costo ammonta a circa 64 milioni di euro. Lo svincolo servirà per la logistica di cantiere e rimarrà servizio del territorio.

© Riproduzione riservata