Un centinaio di manifestanti No Tav in cammino verso il cancello che si trova sul sentiero “Gallo Romano”, che da Giaglione conduce al cantiere Tav di Chiomonte.

E’ successo ieri sera, sabato 7 dicembre, vigilia della marcia contro la Torino-Lione a cui ha anche aderito ufficialmente l’Unione Montana dei Comuni della Bassa Valle di Susa.

Giunti al cancello, circa 30 persone, alcune con il volto nascosto, hanno lanciato sassi e oltre 40 bombe carta in direzione delle forze dell’ordine, che hanno risposto con lacrimogeni.

Gli agenti della Digos di Torino hanno individuato e identificato 24 militanti del movimento “No Tav”, che verranno denunciati per avere oltrepassato la zona rossa. Tra questi, dieci verranno denunciati per non aver rispettato le prescrizioni del foglio di via obbligatorio disposto dal questore di Torino e per aver appiccato l’incendio al cancello. Nessuno é rimasto ferito.

© Riproduzione riservata