È stato presentato ufficialmente il progetto dell’Ostello del Pellegrino lunedì 30 settembre nel salone polivalente di Chiusa di San Michele.

L’edificio, situato in piazza della Repubblica, verrà trasformato in una struttura turistico-ricettiva, con camere da letto, un bar e un dehors. Così è illustrato nel progetto di fattibilità, che è stato presentato al pubblico dall’ingegnere Marco Gennari e dall’architetta Giulia Renata Morra, due dei tecnici della direzione Azioni Integrate con gli Enti Locali della Città Metropolitana di Torino.

Costo dell’operazione di ristrutturazione: 710.000 euro, di cui 600.000 coperti da un finanziamento regionale e 110.000 stanziati dall’amministrazione comunale. A fare gli onori di casa il sindaco Fabrizio Borgesa, che ha ringraziato anche Eleonora Girodo, responsabile del coordinamento turistico dell’Unione Montana Valle Susa.

“Acquistato nel 2008 durante il mandato del sindaco Domenico Usseglio – ha precisato Borgesa in apertura della serata – si pensò di ristrutturare l’edificio per ospitare la nuova sede del Comune. Il progetto venne accantonato, ma durante la scorsa amministrazione si è pensato che si bisognasse fare qualcosa per rispettare l’investimento fatto anni prima con i fondi pubblici”.

Il progetto dell’Ostello del Pellegrino si inserisce così perfettamente nel contesto dello sviluppo turistico dell’Unione Montana.

chiusa san michele - presentazione del progetto ostello del pellegrino

Da sinistra a destra: il sindaco Fabrizio Borgesa, l’ingegnere Marco Gennari e l’architetta Renata Morra

Articolo completo su La Valsusa di giovedì 3 ottobre

Andrea Diatribe

© Riproduzione riservata